Notizie dal mondo
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
di Giuseppe Sisinni (del 30/09/2008 @ 20:15:57, in Curiositą, letto 2023 volte)
coltello nel cranioPotrebbe sembrare uno scherzo ben elaborato in realtà le radiografie di questo adolescente con un coltello di 12 cm piantato nel cranio mostrano quanta fortuna ha avuto a restare vivo.

Il ragazzo, un sedicenne, insieme ad altri due giovani uomini, è rimasto ferito nel tentativo di sventare un furto ai danni di un suo amico alla fermata dell'autobus. Dopo l'aggressione, avvenuta a Wlaworth, zona sud di Londra, il ragazzo è stato accompagnato in ospedale con il coltello che sporgeva dalla fronte.

Miracolosamente è sopravvissuto all'attacco e dopo l'intervento chirurgico è stato dichiarato fuori pericolo. Dopo un periodo di riabilitazione, il ragazzo è tornato in piena salute.

L'aggressione risale a circa un anno fa, esattamente il 28 novembre 2007. L'aggressore, che faceva parte di una piccola gang, dopo aver ferito i tre amici della vittima, è fuggito, ma ha lasciato sulla scena del delitto, oltre al coltello nella testa del malcapitato, anche il cellulare ed il suo cappellino su cui sono state trovate tracce di DNA che hanno permesso di identificarlo e arrestarlo alcuni giorni dopo.

La scorsa settimana è stato condannato dalla Inner Crown Court di Londra per tentato omicidio e gravi lesioni personali.

Liberamente tradotto da "The Times"
Autore
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 29/09/2008 @ 11:55:58, in Societą, letto 1474 volte)
latte maternoLa stomachevole proposta di mettere in commercio il gelato prodotto usando latte umano arriva da Ben & Jerry, produttore di gelati già noto per i gusti eccentrici immessi sul mercato.

In realtà l'idea arriva da Peta, il noto gruppo che si occupa di diritti degli animali, che con questa proposta ha fatto rabbrividire tutti gli amanti del gelato e si è tirato addosso le ire degli allevatori, preoccupati per i loro affari.
Imperterriti, quelli del Peta ribattono che "l'utilizzo del latte umano porterebbe benefici sia ai consumatori che agli animali" puntando sui benefici nutrizionali del latte materno.

Sempre secondo Peta, lo chef Hans Locher ha annunciato che vuole servire nel suo ristorante in Svizzera zuppe e salse prodotte con il 75% di latte materno, e per procurarselo ha affisso manifesti pubblicitari con i quali invita le donatrici a portarglielo e offre loro un rimborso di 4,5 euro per 400 ml del loro latte.

Approfondimento: Peta

Liberamente tradotto da "The Indipendent"
Autore Rachel Shields
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 27/09/2008 @ 20:58:11, in Arte e spettacolo, letto 4512 volte)
Paul NewmanPaul Newman, leggenda dello schermo e filantropo autentico ha perso la sua battaglia con il cancro.

È stato protagonista in più di 60 film e la sua carriera cinematografica è durata più di cinquant'anni: il suo debutto a Hoolywood è datato 1954 con il film "Il calice d'argento", anche se l'acclamazione a star del cinema avvenne un'anno e mezzo più tardi con "Lassù qualcuno mi ama".

Ma il cinema non era tutto per Paul Newman. È stato anche un ottimo pilota di auto da corsa, e ha gareggiato a Daytona nel 1995, un regalo per i suoi 70 anni, che gli è valso l'ingresso nel Guiness dei primati come il più anziano vincitore di questa gara.


Paul Newman il filantropo


Nel 1982 decise di vendere un condimento per insalate che aveva creato come regalo di Natale per i suoi amici. Da lì nacque la Newman's Own, un'impresa fondata con il suo amico scrittore A. E. Hotchner. Dopo più di 25 anni di attività il marchio Newman's Own etichettava una grande varietà di alimenti, dalle limonate al pop corn, dai fichi al vino. Tutti i profitti della società, più di 200 milioni di dollari, sono stati devoluti in beneficienza.

Molti di questi soldi sono serviti per tenere in piedi il "Wall Gang Camps" che offre vacanze estive ai bambini affetti da tumore o altre gravi malattie. Newman partecipava attivamente al progetto del campo, anche scegliendo personalmente i cappelli da cowboy che permettevano ai bambini di dissimulare la loro calvizie dovuta alla chemioterapia.

Nel 1978, il 28 novembre, Scott Newman, il più vecchio dei sei figli di Paul, moriva a 28 anni per una overdose di alcool e pasticche. Il monumento funebre che volle costruirgli il padre fu lo Scott Newman Center, creato per pubblicizzare i pericoli della droga e dell'alcool. A capo di questa struttura c'è ancora Susan Newman, la più vecchia delle cinque sorelle.


I primi passi a Cleveland



Paul Leonard Newman nacque a Cleveland il 26 gennaio 1925. La madre Teresa, cattolica, assidua frequentatrice di teatro sognava che un giorno il figlio potesse calcare il palcoscenico. Il padre Arthur, di religione ebraica, gestiva un florido negozio di articoli sportivi. Arthur Newman, uomo rigoroso, era convinto che fare l'attore non era un'occupazione degna di questo nome, ma, forse convinto dalla moglie, acconsentì a dare supporto economico al figlio Paul che muoveva i primi passi di attore in piccole compagnie teatrali.
In precedenza, Paul, dopo aver preso parte alla Seconda Guerra Mondiale come operatore radio dell'aviazione, aveva  frequentato il Kenion College dove aveva avuto modo di recitare in una dozzina di opere teatrali.
Alla morte del padre, nel 1950, Paul Newman rientrò a Cleveland per gestire il negozio di famiglia. Con lui c'era la prima moglie, Jacqueline Witte e poco dopo, Scott il primogenito.
Ma dopo 18 mesi, Paul lasciò al fratello il negozio per iscriversi alla prestigiosa Yale Drama School, una scuola di recitazione. Lasciò la Yale un anno dopo, forse per mancanza di denaro e per la nuova gravidanza della moglie. Ma quasi subito ebbe un piccolo ruolo in "Picnic" una commedia che fu replicata a Broadway per 14 mesi.
Poi fu la volta degli spettacoli televisivi come "Goodyear Television Playhouse. Contemporaneamente frequentava l'Actor Studio di New York dove prendeva lezioni affianco a James Dean, Geraldine Page e Marlon Brando.
Nel 1954 Hollywood bussò alla porta di Paul Newman: la Warner Brothers gli offrì un contratto da 1000 dollari a settimana per recitare la parte dello schiavo greco ne "Il calice d'argento". E da quel momento in poi i successi si susseguirono uno dietro l'altro, come attore, regista e produttore.


La filmografia di Paul Newman



Film - Ruolo Anno
 Il calice d'argento - Basil 1954
 Lassù qualcuno mi ama - Rocky Graziano 1956
 Supplizio - Capitano Edward Worthington Hall Jr. 1956
 Quando l'amore è romanzo - Larry Maddux 1957
 Quattro donne aspettano - Capitano Jack Harding 1957
 Furia selvaggia - William "Billy the Kid" Bonney 1958
 La gatta sul tetto che scotta - Brick Pollitt 1958
 La lunga estate calda - Ben Quick 1958
 Missili in giardino - Harry Bannerman 1958
 I segreti di Philadelphia - Anthony Judson "Tony" Lawrence 1959
 Dalla terrazza - David Alfred Eaton 1960
 Exodus - Ari Ben Canaan 1960
 Lo spaccone - "Fast" Eddie Felson 1961
 Paris Blues - Ram Bowen 1961
 La dolce ala della giovinezza - Chance Wayne 1962
 Le avventure di un giovane - Ad Francis 1962
 Hud il selvaggio - Hud Bannon 1963
 Il mio amore con Samantha - Steve Sherman 1963
 Intrigo a Stoccolma - Andrew Craig 1963
 La signora e i suoi mariti - Larry Flint 1964
 L'oltraggio - Juan Carrasco 1964
 Lady L - Armand 1965
 A Year Toward Tomorrow - Narratore 1966
 Detective's Story - Lew Harper 1966
 Il sipario strappato - Professore Michael Armstrong 1966
 Hombre - John Russell 1967
 Luke - Se stesso 1967
 Nick mano fredda - Lucas "Mano fredda" Jackson 1967
 Guerra amore e fuga - Soldato Harry Frigg 1968
 Butch Cassidy - Butch Cassidy 1969
 Indianapolis, pista infernale - Frank Capua 1969
 King: una testimonianza filmata... da montgomery a memphis - Commentatore 1970
 Un uomo oggi - Rheinhardt 1970
 Sfida senza paura - Hank Stamper 1971
 L'uomo dai 7 capestri - Giudice Roy Bean 1972
 Pocket Money, per una manciata di dollari - Jim Kane 1972
 La stangata - Henry Gondorff 1973
 L'agente speciale Mackintosh - Joseph Rearden 1973
 L'inferno di cristallo - Doug Roberts 1974
 Detective Harper: acqua alla gola - Lew Harper 1975
 Buffalo Bill e gli indiani: ovvero la lezione di storia di Toro Seduto - William F. "Buffalo Bill"  1976
 L'ultima follia di Mel Brooks - Se stessa 1976
 Colpo secco - Reggie 1977
 Quintet - Essex 1979
 Ormai non c'è più scampo - Hank Henderson 1980
 Bronx, quarantunesimo distretto di polizia - Murphy 1981
 Diritto di cronaca - Michael Colin Gallagher 1982
 Il verdetto - Frank Galvin 1982
 Harry e Son - Harry Keach 1984
 Il colore dei soldi - Eddie 1986
 L'ombra di mille soli - Gen. Leslie R. Groves 1989
 Scandalo Blaze - Earl Long 1989
 Mr. & Mrs. Bridge - Walter Bridge 1990
 Baseball (mini serie) - Se stesso 1994
 La vita a modo mio - Donald "Sully" Sullivan 1994
 Mister Hula Hoop - Sidney J. Mussburger 1994
 Twilight - Harry Ross 1998
 Le parole che non ti ho detto - Dodge Blake 1999
 Per amore dei soldi - Henry Manning 2000
 Era mio padre - John Rooney 2002

Per approfondimenti:
 Newman's Own
Fonte filmografia

Liberamente tradotto da "The New York Times"
Autore Aljean Harmetz
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 26/09/2008 @ 12:31:55, in Tecnologia, letto 2291 volte)
Audio BonesDopo che Apple ha venduto 160 milioni di iPod nel mondo,  ridisegnando il mercato della musica, si può tranquillamente ammettere che questi player portatili non saranno una moda passeggera.

Ma allo stesso tempo, in pochi tengono in giusta considerazione ciò che ognuno di questi apparecchi porta con sè: cuffiette e auricolari. Infatti, centinaia di milioni di persone ogni giorno ascoltano la loro musica preferita attraverso gli auricolari, e ciò le rende contemporaneamente sordi e maleducati verso il mondo circostante. E non è tutto. Una significativa parte della popolazione ha difetti nella corretta formazione della cartilagine a causa dell'inserimento continuo degli auricolari nel padiglione dell'orecchio.

La tecnologia ha creato questi problemi e la stessa tecnologia offre la soluzione. Due nuovi tipi di auricolari sono disponibili neglli Stati Uniti: entrambi risolvono alla radice il problema, garantendo un buon ascolto senza provocare i problemi tipici dell'utilizzo degli auricolari tradizionali.
Invece di andare direttamente nell'orecchio, questi nuovi dispositivi trasmettono il segnale audio attraverso le ossa o le cartilagini.

I più promettenti sono gli "Audio Bones" (letteralmente audio ossa), prodotti in vari colori e venduti a prezzi
oscillanti dai 30 ai 190 dollari. Queste cuffie passano il suono all'orecchio interno attraverso le ossa del cranio e sono posizionate proprio davanti all'orecchio, che rimane comunque libero di ascoltare altri suoni. Quindi, allo stesso tempo, permette di ascoltare convenientemente la musica ma non rende sordi all'ambiente circostante, nè induce ad alzare il volume della voce.

Inoltre questi dispositivi restano ben posizionati al loro posto perchè si agganciano alla parte superiore del padiglione auricolare. Se non tutti hanno canali auricolari compatibili con gli iPod, tutti hanno orecchie a cui agganciarli. In più, questi Audio Bones, hanno il vantaggio che non si aggrovigliano: infatti sono dotati di un unico filo che fuoriesce dal retro, invece di un filo per ogni auricolare. Altri vantaggi: sono waterproof, si possono usare anche sotto la doccia (gli auricolari non il player!) e non sono considerati disdicevoli, dal punto di vista igienico, quando si vuole condividere l'ascolto.
Inoltre, secondo i costruttori, la trasmissione audio attraverso le ossa contribuisce meno alla perdita di udito
con il passare degli anni.

Dopo questo lungo elenco di virtù, una nota negativa di non poca importanza: la qualità del suono percepito non è il massimo. Se confrontato con gli auricolari tradizionali, il suono trasmesso dagli Audio Bones è attutito, ovattato. Chi è affezionato alla qualità dell'audio di un iPod resta inorridito dopo aver provato un Audio Bones.
Comunque, questi nuovi dispositivi possono essere indicati per ascoltare audio-book, musica durante il jogging o musica di sottofondo.

Ma, per il suono non c'è solo la trasmissione ossea. La società Zelco offre la sua soluzione: gli auricolari "Outi" per 110 dollari. Questi bizzarri auricolari si agganciano come orecchini a clip all'orecchio e costituiscono il primo esempio al mondo di auricolari a trasmissione cartilaginea del suono.
Trovare la giusta collocazione può richiedere del tempo: la qualità del suono cambia parecchio a seconda di dove sono posizionati sull'orecchio, e non sono il massimo del confort. Ma la caratteristica peggiore, che compare solo quando si ascolta musica, è la vibrazione. Questo effetto divide i pareri: qualcuno pensa che le vibrazioni rendono l'ascolto della musica più interessante, altri non resistono e si strappano gli "Outi" dalle orecchie. Le vibrazioni, che seguono il ritmo della musica, sono state aggiunte di proposito dalla casa costruttrice che, comunque ha lasciato la possibilità di eliminare tale effetto, perdendo però sulla qualità del suono.

Il problema degli auricolare è stato affrontato anche da altri produttori; una brillante soluzione proviene da "Arriva" che ha costruito un dispositivo integrato con l'iPod Shuffle. Per maggiori informazioni www.arriva.com

Liberamente tradotto da "The New York Times"
Autore David Pogue
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 24/09/2008 @ 09:54:02, in Tecnologia, letto 2512 volte)
T-Mobile G1T-Mobile International, divisione di Deutsche Telekom, ha annunciato che il cellulare G1 che monta il sistema operativo di Google, Android, ormai noto come G-Phone, sarà disponibile in tutta Europa a partire dal primo trimestre del 2009.

La commercializzazione del G-Phone partirà dagli Stuati Uniti nei negozi della T-Mobile il 22 ottobre e sarà possibile acquistarlo con 179 dollari ed un abbonamento al servizio di due anni. Per Natale dovrebbe essere disponibile in Gran Bretagna ed entro marzo 2009 nel resto d'Europa.

Il G1, alias G-Phone, è costruito dalla HTC di Taiwna, ha il touchscreen come l'iPhone, ma in più ha anche una tastiera completa, nota come tastiera Qwerty, che fuoriesce dal cellulare. Tra le altre caratteristiche hardware c'è la fotocamera da 3 megapixel, memoria aggiuntiva con Micro SD da 1 GB, la presenza di Bluetooth e Wi-Fi, GPS per la funzione di navigatore satellitare oltre alle connessioni telefoniche GSM GPRS/EDGE, UMTS/HSDPA.

La verà novità rimane il sistema operativo open source Android, che è, ovviamente, molto integrato con i servizi di Google: basta un lieve tocco sullo schermo per aprire Google Maps Street View, Gmail, o YouTube.

In realtà, la vera sfida al mercato mondiale della telefonia è di HTC che vuole uscire dal quasi anonimato che la circonda, ed ha preso al volo l'offerta di Google per produrre il primo telefono con sistema operativo Android che sicuramente sarà utilizzato dagli altri produttori. Infatti, anche LG e Samsung hanno in progetto di costruire telefoni cellulari per il sistema Android di Google, ma non prima del prossimo anno.
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 23/09/2008 @ 16:17:09, in Musica, letto 2237 volte)
The Zimmers è senza dubbio la band di pensionati più famosa al mondo: più di cinquanta milioni di persone hanno ascoltato le loro performance attraverso vari mezzi di comunicazione, dalle apparizioni in televisione fino ai filmati su YouTube.

È composta da circa 40 persone che complessivamente hanno un'eta di 3000 anni, dal più anziano con 101 anni al più giovane che ne ha 60.

Nati per caso, quando il cantante solista Alf Carretta si è opposto, insieme ad altri amici poi entrati nella band, alla chiusura di una sala Bingo a Londra ed ha ottenuto l'attenzione della BBC che realizzava un documentario sulla situazione degli anziani in Gran Bretagna.

Ora, dopo essere stati premiati al "Blue Hearth Award" di Berlino, per il loro impegno per la comprensione tra giovani e anziani escono con il loro primo album "Lust for Life", un cd con 14 canzoni che offre cover di successi di Eric Clapton, Beatles, Frank Sinatra ed una nuova edizione della canzone degli Who che li ha resi celebri nel mondo, "My Generation" uscita per la prima volta lo scorso anno.

Il filmato di "My Generation"



Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 22/09/2008 @ 20:40:35, in Tecnologia, letto 8601 volte)
Google lancia a New York il tanto atteso telefono cellulare e sarà il primo dispositivo ad utilizzare il sistema operativo Android.

Chiamato G-1, il nuovo telefonino è costruito dalla HTC di Taiwan e si propone come diretto concorrente dell'iPhone di Apple; la sfida è estesa anche al dominio mondiale di Nokia.

Il nuovo telefono, già etichettato come G-Phone, ha il touchscreen come l'iPhone, ma in più ha anche una tastiera completa, nota come tastiera Qwerty, che fuoriesce dal cellulare.

Il G-Phone dovrebbe essere messo in vendita negli Stati Uniti il prossimo mese e presumibilmente a Natale nel mercato anglosassone (ma questo dipende da come andranno le vendite sul mercato nord americano. Il costo dovrebbe aggirarsi sui 199 dollari, calcolato sul prezzo dell'8GB di iPhone venduto da AT&T.

Anche LG e Samsung hanno in progetto di costruire telefoni cellulari per il sistema Android di Google, ma non prima del prossimo anno.


Il nuovo telefono presentato dal co-fondatore di Google Sergey Brin



Notiize correlate:
Il G-Phone in Europa dal 2009

Liberamente tradotto da "The Guardian"
Autore Richard Wray
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 22/09/2008 @ 15:09:56, in Curiositą, letto 1385 volte)
Alcatraz Hotel, il cui nome è tutto un programma, non si trova negli Stati Uniti d'America, bensì a Kaiserslautern nel sud-est della Germania.

L'hotel, è stato ricavato da una vecchia prigione costruita nel 1867 ed offre 57 camere arredate con in puro stile carcerario e i pasti in camera vengono serviti attraverso la feritoia delle pesanti porte d'acciaio.

Gli ospiti dell'albergo, se lo vogliono, possono dormire indossando pigiami dalle inconfondibili righe orizzontali o bere un drink all'Hinter Gittern, il bar dietro le sbarre.


La galleria delle immagini


Liberamente tradotto da Reuters
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 20/09/2008 @ 15:37:03, in Curiositą, letto 4280 volte)
Una vivace mucca di nome Dana impazzisce e cerca di montare il suo padrone saltandogli addosso.

Rositza, un allevatore di 68 anni che vive a Krustatisa in Bulgaria, dopo l'accaduto ha detto: "Il mio asino subito dopo è crollato a terra; sono sicuro che se la stava ridendo".

Dopo lo shock della violenza subita con le mammelle della mucca Rositza sta bene, ma c'è da scommettere che Dana ha già un appuntamento con il macellaio.


La galleria delle immagini

Liberamente tradotto da "The Sun"
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
di Giuseppe Sisinni (del 19/09/2008 @ 19:26:04, in Societą, letto 3878 volte)
Non sono ancora in grado di camminare, ma le bambine, o meglio i loro genitori, possono comunque acquistare il loro primo paio di scarpe con tacchi alti.

Lanciate all'inizio di quest'anno negli Stati Uniti, le controverse scarpette con tacco alto sono state ideate per le bambine che non hanno più di sei mesi di età e sono vendute on-line con il marchio "heelarious - i suoi primi tacchi alti".

Costruite in materiale morbido, secondo la compagnia che le commercializza non sono fatte per camminarci sopra, sono innocue e divertenti.

scarpette con tacchi alti

In Australia sono vendute attraverso il sito http://www.girlygadgets.com.au/ e Belinda Coates afferma che si vendono come il pane.
Belinda Coates rigetta le critiche che identificano le scarpe come inappropriate. "Non si può camminare con quelle scarpe" ha affermato "sono fatte per bambini che ancora sono nella culla o che al massimo riescono a gattonare. Sono molto piccole e non calzerebbero mai ai piedi di bambine oltre i sei mesi. Tante critiche ci hanno colto di sorpresa, in fin dei conti queste scarpette fanno solo sorridere e quando sorridi sei felice".

Ma Peter Wilson, professore associato di psicologia infantile  presso la RMIT University, afferma che quelle scarpe possono incoraggiare i bambini a crescere troppo in fretta.

"I bambini di quella età non sono in grado di rendersi conto di queste problematiche", ha detto Wilson "ma credo che il problema più serio è il messaggio che si invia alla comunità su ciò che è appropriato per i bambini in via di sviluppo".

Secondo il professore queste scarpe fanno parte di una tendenza crescente nel commercio di estendere ai bambini i prodotti progettati per gli adulti.

"Il concetto generale è che stiamo incoraggiando i bambini a crescere più rapidamente", sono le parole del professor Wilson "mentre essi devono essere incoraggiati ad esplorare e a giocare nel loro ruolo, senza essere esposti a prodotti che possono cambiare il loro modo di giocare o dare loro la convinzione di avere un'età superiore a quella reale".

Liberamente tradotto da "The Age"
Autore Sarah McInerney
Articolo (perma)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3


Altre notizie a cura di http://www.wikio.it




Cerca per parola chiave